ODONTOIATRIA CONSERVATIVA ED ENDODONZIA

La terapia conservativa è la branca dell’odontoiatria che cura il dente colpito dalla carie o da un trauma, per ripristinarne morfologia e funzione, con la minore invasività nei confronti del tessuto dentario residuo.

Valutata la quantità di dente perso, si eseguirà un’otturazione o una ricostruzione con materiali compositi, che uniscono buone caratteristiche funzionali ad un’ottima resa estetica.

Al limite estremo della conservativa nel mio studio si collocano le ricostruzioni con questi materiali di intere arcate dentarie in quei pazienti che digrignando le hanno praticamente distrutte.

Questi trattamenti sono molto conservativi nei confronti della sostanza dentale residua, perché riabilitano completamente il paziente, sia funzionalmente che esteticamente sfruttando la forza adesiva, la malleabilità e l’eccellente resa estetica dei compositi.

Ovviamente tutto ciò avviene senza la necessità di eseguire anestesie o utilizzare trapani.

 

ENDODONZIA

La branca dell’odontoiatria che si occupa di quello che si trova all’interno del dente: la polpa (il nervo) e i canali radicolari.

Quando una carie o un trauma arrivano a interessare la polpa dentaria si rende necessaria una cura canalare, cioè l’eliminazione di tutta la polpa infetta fino all’apice dei canali radicolari, procedendo poi a un’otturazione di questi spazi con un materiale biocompatibile, la guttaperca.

Nel caso in cui la terapia endodontica non avesse successo, e l’infezione arrivasse oltre le radici, con la formazione di un “granuloma”, sarebbe necessario ripetere la cura, cioè procedere a un ” ritrattamento endodontico “.

Vuoi più informazioni o prenotare una Prima Visita di valutazione?

Compila il form qui sotto... oppure chiamaci: 06 7707 1927 e 379 1231 830 (anche Whatsapp)

15 + 6 =

VIA CONTE VERDE 4100185 ROMA